UA-212600394-1

Dott.ssa Irene Pistis

Medicina Estetica

L’importanza della Prima Visita 

in medicina estetica


Ognuno di noi ha un diverso modo di rapportarsi all’altro: vi sarà capitato di incontrare persone con le quali avete simpatizzato subito, altre inizialmente antipatiche rivelatesi poi preziose, altre ancora che proprio non vi sono mai andate a genio.

Questo può succedere anche con gli specialisti della sanità.

Nella scelta del professionista al quale affidarsi, è importante basarsi sulle buone sensazioni che il medico ci lascia, nonchè sulla comunicazione e il dialogo con lui, che saranno alla base del rapporto di fiducia indispensabile per la buona riuscita di un trattamento.


Come si svolge questo primo incontro? A cosa serve? E’ proprio necessario?


Ecco quindi un primo punto fondamentale: la conoscenza reciproca!

Entrando nello studio medico, vi trovate faccia a faccia con una persona nuova, che magari avete avete conosciuto tramite i social. Saranno confermate l’idea e le aspettative che avete di lui?

Per il medico soprattutto, voi siete una persona del tutto nuova, con la quale cercherà di entrare in sintonia per raccogliere al meglio le vostre esigenze.

Vi parlo dunque del secondo aspetto fondamentale nella prima visita: la comprensione dei desideri del paziente!

Se vi siete rivolti a uno specialista, avrete sicuramente qualcosa da portare alla sua osservazione, che sia un difetto fisico o un dubbio da sottoporgli. E' proprio durante la prima visita che potrete spiegare le vostre esigenze al medico che, da parte sua, sarà ben disposto a chiarire domande e perplessità.


Ma si potrà realmente fare il trattamento che avete in mente? Esiste qualcosa di più efficace che fa al caso vostro?


Passiamo così alla terza parte della prima visita: la raccolta dell’anamnesi e valutazione del trattamento!

Lo so, voi volete solo dare un po' di volume alle labbra o spianare qualche rughetta, perché tutta 'sta storia della visita? Non avete tempo da perdere… Ma siamo sicuri che sia tempo perso?


Il medico attraverso l’anamnesi può raccogliere dei dati fondamentali: allergie e intolleranze, malattie autoimmuni, precedenti trattamenti e prodotti utilizzati, terapia farmacologica in atto, gravidanza e allattamento.

Uno specialista sa benissimo che non tutti i trattamenti vanno bene per tutti. 

Possono infatti esserci importanti interazioni conseguenti all'associazione di alcuni farmaci, o ancora controindicazioni assolute per la presenza di patologie. E' FONDAMENTALE riferire tutto allo specialista al quale vi state affidando, per far sì che lui possa lavorare in sicurezza e garantire il risultato ottimale. Se non fosse possibile effettuare il trattamento che avevate in mente, sarà suo compito proporvi una valida alternativa.

Lo step successivo è l'esame obiettivo, che consente di rilevare gli opportuni parametri clinici:

fototipo, grado di rughe, ma anche inestetismi presenti e gravità, pliche cutanee e analisi circonferenze e così via.

Al termine di questo breve viaggio nella storia del paziente, non possono infine mancare le foto di rito: destra, ¾ destra, fronte, ¾ sinistra, sinistra.

Ora il medico ha il quadro preciso della situazione e può suggerirvi il trattamento più adatto alle vostre esigenze, potrete così parlare del costo del trattamento scelto.


Certamente a fine visita vi sentirete ben schedati, ma questo ha delle finalità positive: 

voi avete conosciuto un po' il professionista e sciolto il ghiaccio. 

Saranno sciolti anche i dubbi sul trattamento e chiarite le aspettative sui risultati. 

Il medico a sua volta si sarà fatto un’idea del tipo di intervento più adatto a voi, pronto per accogliervi ancora in studio con il materiale e lo spirito necessari per passare all'opera.


Scoprirete quindi che la prima visita vi farà guadagnare tempo prezioso, poiché la conoscenza e la valutazione necessarie sono già avvenute nel migliore dei modi.


E se è vero che un medico estetico se ne intende di pelle, anche voi avrete l'opportunità di sentire “a pelle” se quello specialista non faccia al caso vostro. 


Sarà tempo risparmiato per tutti e un paziente insoddisfatto in meno.